Cupola Novara

TERRITORIO

Il territorio coperto dalla nostra associazione si compone di 3 zone ben definite ognuna delle quali con la sue peculiarità e caratteristiche che offrono ai nostri ospiti la possibilità di soddisfare anche i turisti più esigenti. Dal turismo enogastronomico al turismo "sacro", dall'escursionismo allo shopping.

» VERBANO - [elenco strutture ricettive]
» CUSIO - [elenco strutture ricettive]
» OSSOLA - [elenco strutture ricettive]
» Territori Limitrofi - [elenco strutture ricettive]

NOVARA

Novara Il territorio del Novarese è un ponte ideale tra Piemonte e Lombardia, una zona con una grande varietà di paesaggi: risaie, campi coltivati, colline dai preziosi vigneti, castelli e aree dove la natura è ancora incontaminata.

Le origini di Novara sono antichissime: era un fiorente municipio al tempo dei romani ed uno dei liberi Comuni nel medioevo. Il centro storico è un susseguirsi di eleganti palazzi rinascimentali, piazzette e giardini, all’ombra dell’imponente basilica di San Gaudenzio, con la cupola alta 121 metri; la Città è inoltre interessante per lo shopping e per assaporare i piatti tipici novaresi, tra i più famosi la Paniscia (piatto a base di riso) ed il Bonnet (dolce tipico piemontese), grazie ai molteplici negozi e ristoranti, di cui molti, situati sotto i portici degli Antichi Palazzi.

GalliateFuori dal capoluogo, nella zona pianeggiante delle risaie sono disseminate interessanti testimonianze architettoniche del passato: il castello di Galliate, l’Abbazia di San Nazzaro Sesia, imponente complesso fortificato risalente al 1040, il ricetto di Ghemme, borgo fortificato all’interno del quale si riparava la popolazione. Verso nord il paesaggio diventa più collinare, dove il castello di Proh (Frazione di Briona) fa da ingresso ad una zona di preziosi vigneti; passando da Sizzano, Ghemme e Romagnano Sesia (rinomati per la produzione di famosi vini), possiamo raggiungere da Romagnano Sesia, in direzione Lago Maggiore la zona di Borgomanero, che ha una spiccata identità storica e culturale e San Maurizio d'Opaglio patria dei rubinetti ed affacciata come la vicina Gozzano sul Lago d'Orta.

Colline Novaresi - MulinoMentre al confine con la Lombardia si estende il Parco Naturale del Ticino, 6250 ettari di estensione, regno di lontre ed aironi, così come il Parco dei Lagoni di Mercurago, all'interno del quale sono stati rinvenuti insediamenti preistorici, risalenti all'età del bronzo, e alcune domus romane. La provincia di Novara raggiunge la zona dei grandi laghi Piemontesi, comprendendo infatti una parte di paesi che si affacciano sul Lago Maggiore, Castelletto Ticino e Dormelletto, apprezzate mete di turismo grazie alle numerose strutture ricettive che si affacciano direttamente sul lago. Arona patria di San Carlo Borromeo, a cui è dedicata una delle statue più alte in Europa (mt. 35), vanta diversi scorci di storia da visitare; le antiche viuzze e la Piazza del Popolo sono punto d'incontro per gli amanti dello shopping e per la degustazione delle specialità di Lago. Arona è raggiungibile da Novara, passando da Oleggio e Varallo Pombia, ricchi di ottime trattorie dove gustare i piatti tipici Novaresi e vicinissimi all'aeroporto internazionale di Malpensa.

L'alto Vergante, splendida via collinare di collegamento con la provincia di Verbania che incontriamo a Brovello Carpugnino, parte da Invorio e passa attraverso Nebbiuno e Massino Visconti ultimo centro in provincia di Novara, da Brovello Carpugnino è possibile salire al Monte Mottarone (la Montagna dei due Laghi, anche se in effetti se ne possono ammirare ben sette!), che disceso dalla parte opposta rispetto a quella del Lago Maggiore, ci porta verso il Lago d'Orta, dove troviamo un'altra cittadina fiore all'occhiello della provincia di Novara: Orta San Giulio affacciata sul romantico Lago d’Orta e di fronte all'incantevole Isola di San Giulio.

Orta San Giulio rappresenta uno dei palcoscenici ideali da cui ammirare l'omonimo lago, soprattutto con la sua piazza situata sulla punta di un verde promontorio. Più che una piazza è un salotto: fanno da sfondo le facciate compunte dei vecchi palazzotti, da qui lo sguardo può scorrere dal Palazzetto della Comunità ai portici centrali con le botteghe sino all'Isola di San Giulio, dominata quest'ultima dal Palazzo dei Vescovi e dal campanile della Basilica, sullo sfondo si ammirano, specchiate nelle acque del Lago, le case di Pella situate sull'altra riva. Tra le vie strette e tortuose del paese ci si può aggirare in cerca di oggetti in ferro battuto e molti altri articoli di artigianato locale, o di taverne dove assaporare la tipica cucina a base di risotto e vino. Si può inoltre decidere di salire al Sacro Monte, che fu decantato da Nietzsche come uno dei luoghi "più suggestivi del mondo": situato in un bel parco, che è riserva naturale speciale.


STRUTTURE RECETTIVE

 » Tipologia



 » Zona



 » Località



 » Stelle



 I NOSTRI PARTNERS

 



Formazione Gratuita